VISO

Rossori Couperose e Angiomi

Le lesioni vascolari provocano diversi inestetismi.
I rossori sul volto, la couperose che si accumula per lo più sugli zigomi (il cui termine viene dal latino “cuori rosa”, ovvero rosa di rame) sono un esempio.
Inoltre esistono anche i cosiddetti angiomi sia stellati che rubini, i capillari superficiali e le teleangecstasie che non sono altro che quella diramazione di “capillari rotti”. Si tratta di formazioni rossastre talvolta anche violacee che si accumulano spesso su cosce o guance.

Sono svariati i motivi per cui insorge questa antiestetica lesione di capillari: l’escursione termica, i fattori di tipo emozionale, allergico o ormonale sono le risposte più comuni.
Ogni caso, comunque, ha le sue specifiche caratteristiche. Non si tratta di un disturbo patologico, generalmente è un problema di tipo esclusivamente estetico che il più delle volte può essere eliminato senza controindicazioni particolari.

Come si eliminano questi inestetismi?

Il rossori e i capillari si rimuovono con il laser KTP.
Il meccanismo è molto semplice: il laser produce una fotocoagulazione, ovvero una luce verde specifica e selettiva che va a colpire la “zona rossa” del “capillare rotto”.
In questo modo si riescono ad eliminanare in due o tre sedute, con un intervallo minimo di due settimane l’una dall’altra.
Il trattamento, oltre ad essere del tutto indolore e incruento, va a riparare la zona colpita dalla lesione capillare.
Non restano quindi cicatrici, gonfiori o sanguinamenti di nessun genere, dopo qualche ora, passato il lieve rossore, si può tornare a detergere il viso e truccarlo senza alcun problema.

Risulta un trattamento doloroso?

Il laser KTP produce una sensazione di calore, accompagnata da un rossore che scompare progressivamente nell’arco di qualche giorno dal trattamento.
Il trattamento dura all’incirca 15-20 minuti a seduta.